The change is here. Right now.

Pubblicato: gennaio 23, 2012 in Attualità, politica
Tag:, ,

mercoledì, 05 novembre 2008

Io ancora non ci credo.

E’ difficile realizzare un evento di così grande portata, di così intenso significato, di così vitale importanza. eppure è reale. Barack Obama è il 44esimo presidente degli Stati Uniti D’America.
Una vitttoria così osannata, desiderata, attesa da tutto il mondo. perchè il presidente americano tiene in mano un pò le sorti di tutti. e anche io mi sento chiamata direttamente in causa. perchè se c’è un presidente che può fare la differenza, che nelle sua azioni ha davvero il potere di cambiare le cose, credetemi, non è nessun altro se non quello degli Usa. perchè gli Stati Uniti sono la nostra base politica ed economica. e la loro storia è la nostra storia.
E pensare che solo pochi decenni fa, i neri lasciavano il posto ai bianchi nelle metropolitane. pochi decenni fa, Martin Luther King e il suo sogno di ugualglianza venivano bruscamente distrutti, cancellati per sempre. e adesso, siamo nella storia. perchè proprio in America, la terra degli scontri e delle discriminazioni razziali, viene eletto con una vittoria schiacciante un presidente di colore.
Ma non è solo nel colore della pelle la forza di quest’uomo, tutt’altro. in Obama c’è il rinnovamento delle idee e della classe politica, c’è il desiderio di vittoria della pace e della giustizia sociale, delle speranze per i giovani e per il futuro. c’è, insomma,il cambiamento. di cui ha bisogno ora più che mai il mondo intero, a partire da quest’Italia, che adesso ancora più di sempre mi appare squallida a livelli insopportabili.
E guardando quell’uomo, mi viene da pensare con serenità e ottimismo al futuro,come non mi accadeva da molto tempo. ascoltando il suo discorso, quelle parole gravide di gioia, speranza, sincerità, mi sono commossa. ho pianto perchè, semplicemente, non riuscivo a crederci. e convincermi del fatto che dovevo crederci, perchè ciò che vedevo e sentivo era reale, mi rendeva ancora più immensamente felice. Grazie, Barack.

Non credevo che sarei mai arrivata a ringraziare l’America per una sua scelta, ma mi ritrovo a farlo oggi.

Il grande cambiamento. Loro lo hanno fatto. Ora tocca a noi.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...